Category:Nekyia

Italiano: La Nékyia ("evocazione dei morti") è il viaggio per mare che Ulisse fa fino ai confini del mondo, nella terra dei Cimmeri (una mitica terra oltre l'Oceano - collocata forse nell'estremo settentrione - perennemente avvolta dalle nebbie e dove non arriva mai il sole), dove egli potrà interrogare l'indovino Tiresia e incontrare le anime dei morti risalite dall'Erebo. Il testo attuale dell'Odissea - frutto di successivi ampliamenti - presenta una certa incongruenza fra la parte più antica dove erano le anime dei morti a risalire dall'Ade sulla terra, evocate da Ulisse con opportuni atti sacrificali e necromantici (Odissea XI, 23-36); e quella più recente dove, su ordine di Circe, è invece Ulisse a dover andare nella casa di Ade (Odissea X, 490, 512, 564-565).
English: The Nekyia ("evocation of the dead") is the sea voyage that Ulysses made ​​to the ends of the world, the land of the Cimmerians (a mythical land across the ocean - perhaps located in the far north - perpetually enveloped in fog and where never comes the sun), where he will interrogate the seer Tiresias and meet the souls of the dead ascents Erebus. The current text of the Odyssey - the result of later additions - shows a certain inconsistency between the older part where were the souls of the dead to rise from Hades on earth, evoked by Ulysses with appropriate sacrificial and necromantic acts (Odyssey XI, 23 - 36), and the most recent one where on the order of Circe, is Odysseus instead to having to go to the house of Hades (Odyssey X, 490, 512, 564-565).
Last modified on 11 April 2013, at 15:30