Category:Nobility of Venice

Longhi ("lunghi"), le famiglie di più antica nobiltà:

  • vi erano anzitutto le dodici casate discendenti dai tribuni presenti nel 697 alla nomina del primo doge:
  1. i Badoer (già Participazio),
  2. i Barozzi,
  3. i Baseggio (già Mastalinzi),
  4. i Contarini,
  5. i Dandolo (già Ipato),
  6. i Gradenigo (già Tradonico),
  7. i Michiel (già Frangipane),
  8. i Morosini,
  9. i Memmo (già Tribuno e Monegario),
  10. i Polani (già Beligeri),
  11. i Sanudo (già Candiano),
  12. i Tiepolo;
  • c'erano poi le quattro famiglie che avevano partecipato alla fondazione del monastero di San Giorgio Maggiore:
  • infine altre otto casate presenti a Venezia sin dai tempi più antichi:
  1. i Dolfin,
  2. i Faliero o Faliér (già Saleni),
  3. gli Orseolo,
  4. i Querini,
  5. i Salamon (già Centranigo),
  6. i Soranzo,
  7. gli Zane, e gli Ziani,
  8. gli Zen o Zeno,
  9. gli Zorzi.

Curti ("corti"), cioè famiglie entrate nel corpo della nobiltà nel Trecento:

  • anzitutto vi erano le Casade Nove ("casate nuove"), accolte nella nobiltà prima che, nel 1320, la legge chiudesse l'accesso al patriziato:

- tra queste vi erano le famiglie entrate di diritto nel Maggior Consiglio con la serrata del 1297:

  1. i Balbi,
  2. i Barbarigo,
  3. i Barbo,
  4. i Becconi,
  5. i Belegno,
  6. i Bernardo,
  7. i Bolani o Bollani,
  8. i Boldù,
  9. i Bondimerio,
  10. i Briani,
  11. i Canal,
  12. i Capello o Cappello,
  13. i Celsi,
  14. i Civran,
  15. i Colpi,
  16. i Correr,
  17. i Donà,
  18. i Duodo,
  19. gli Erizzo,
  20. i Favero,
  21. i Foscari,
  22. i Foscarini,
  23. i Grimani,
  24. i Grioni,
  25. i Gritti,
  26. i Lando,
  27. i Lanzuoli,
  28. i Loredan,
  29. i Malipiero,
  30. i Marcello,
  31. i Mocenigo,
  32. i Moro,
  33. i Muse,
  34. i Naveger o Navagero,
  35. i Pizzamano,
  36. i Priuli,
  37. i Trevisan,
  38. i Tron,
  39. i Vendramin,
  40. i Venier;

- poi alcune famiglie stabilitesi a Venezia dopo la caduta di Acri, in Terrasanta, nel 1291 e cooptate nel 1304:

  1. i Barisan,
  2. i Benedetti,
  3. i Condulmer,
  4. i Lion,
  5. i Marmore,
  6. i Molin,
  7. i Surian;

- e altre stabilitesi dopo la caduta di Costantinopoli nel 1229 e la fine dell'Impero Latino e cooptate sempre nel 1304:

  1. gli Acade,
  2. gli Agrimal,
  3. gli Attanto,
  4. i Bolani,
  5. i Bonomo,
  6. i Caloprini,
  7. i Contenti,
  8. i Costantini,
  9. i Donado,
  10. i Miolo,
  11. i Marcimano,
  12. i Massolo,
  13. i Mastelizi,
  14. i Ruzier,
  15. i Ruzini o Ruzzini,
  16. gli Stanizi,
  17. i Tolonigo,
  18. i Tonisto;

- vi erano poi le casate distintesi nella guerra con Genova del 1294-1298 e nella repressione seguita alla congiura del Tiepolo, cooptate nel 1310:

  1. gli Adamo,
  2. gli Adoaldo,
  3. gli Agadi,
  4. gli Alberenghi,
  5. gli Arimondo,
  6. i Baffo,
  7. i Barbaro,
  8. i Basadonna,
  9. i Bon,
  10. i Calbo,
  11. i Caotorta,
  12. i Carosi,
  13. i Cocco,
  14. i Dente,
  15. i Diedo,
  16. i Donà dalle Rose,
  17. i Ferro,
  18. i Festandolo,
  19. gli Emo,
  20. i Foscolo,
  21. i Gabriel,
  22. i Ghisi,
  23. i Giulian,
  24. i Grego,
  25. i Guoro,
  26. i Guzoni,
  27. i Leze,
  28. i Lombardo,
  29. i Magno,
  30. i Manolesso,
  31. i Marin,
  32. i Mengolo,
  33. i Mezo,
  34. i Miani,
  35. i Minio,
  36. i Minoto,
  37. i Mortadelo,
  38. i Da Mosto,
  39. i Muazzo,
  40. i Mulla,
  41. i Nadal,
  42. gli Obizzo,
  43. gli Orio,
  44. i Papaciza,
  45. i Pasqualigo,
  46. i Pesaro,
  47. i Pisani,
  48. i da Ponte,
  49. i Premarin,
  50. i Quintavalle,
  51. i Riva,
  52. i Sagredo,
  53. i Semitecolo,
  54. i dal Sol,
  55. i Valaresso,
  56. i Valier,
  57. i Vitturi;

    • vi erano infine le Casade novissime ("casate nuovissime"), che avevano avuto accesso al patriziato in via del tutto eccezionale in occasione della guerra di Chioggia del 1381, quando le necessità militari e finanziarie dello Stato avevano portato a dare accesso al Maggior Consiglio a quanti si erano particolarmente distinti nella difesa della Repubblica:
  1. gli Alberti,
  2. gli Arduin,
  3. i Calergi,
  4. i Caresini,
  5. i Cavalli,
  6. i Cicogna,
  7. i Condulmer,
  8. i Dalla Fornase,
  9. i Garzoni,
  10. i Girardi,
  11. i Giusto,
  12. i Lippomano,
  13. i Longo,
  14. i Mezo,
  15. i Nani,
  16. i Negro,
  17. gli Orso,
  18. i Paruta,
  19. i Penzini,
  20. i Polo,
  21. i Da Porto,
  22. i Tagliapietra,
  23. i Renier,
  24. i Storlado,
  25. i Vizzimano,
  26. gli Zaccaria.

Divenuto per secoli completamente inaccessibile, il corpo nobiliare riprese ad aprirsi a nuove famiglie, quando, con il declinare della potenza veneziana, lo Stato prese a vendere l'accesso al titolo patrizio per riempire le casse pubbliche, non più sostenute dai ricchi commerci con l'Oriente. Si costituì quindi la terza e ultima classe di patrizi:

  1. gli Albrizzi,
  2. gli Angaran,
  3. gli Ariberti,
  4. gli Atelmi,
  5. i Barbaran,
  6. i Belloni,
  7. i Beregan,
  8. i Bergonzi,
  9. i Berlendi,
  10. i Bolini,
  11. i Bonfadini,
  12. i Bonvicini,
  13. i Bressa,
  14. i Cassetti,
  15. i Catti,
  16. i Cavazza,
  17. i Conti,
  18. i Corregio,
  19. i Crotta,
  20. i Dolce,
  21. i Dondi,
  22. i Donini,
  23. i Farsetti,
  24. i Feramosca,
  25. i Fini,
  26. i Flangini,
  27. i Fonseca,
  28. i Fonte,
  29. i Gambara,
  30. i Ghedini,
  31. i Gherardini,
  32. i Giovannelli,
  33. i Giuponi,
  34. i Gozzi,
  35. i Labia,
  36. i Laghi,
  37. i Lazzari,
  38. i Lombria,
  39. i Luca,
  40. i Macarelli,
  41. i Maffetti,
  42. i Manin,
  43. i Martinelli,
  44. i Mazzolini,
  45. i Medini,
  46. i Minelli,
  47. i Mora,
  48. i Nave,
  49. gli Ottoboni,
  50. i Papafava,
  51. i Pasta,
  52. i Piovene,
  53. i Polvaro,
  54. i Raspi,
  55. i Ravagnini,
  56. i Rubini,
  57. i Santasofia,
  58. i Soderini,
  59. gli Stazio,
  60. i Tasca,
  61. i Toffetti,
  62. i Valmarana,
  63. i Vianoli,
  64. i Vidman / Widmann,
  65. gli Zacchi,
  66. gli Zaguri,
  67. gli Zambelli,
  68. gli Zanardi,
  69. gli Zenobio,
  70. gli Zolio,
  71. gli Zon;
  1. gli Arnaldi,
  2. gli Acquisti,
  3. i Baglioni,
  4. i Barziza,
  5. i Benzoni,
  6. i Bellotto,
  7. i Bettoni,
  8. i Bonlini,
  9. i Brandolini,
  10. i Busetto,
  11. i Carminati,
  12. i Castelli,
  13. i Cavagnis,
  14. i Celini,
  15. i Codognola,
  16. i Cottoni,
  17. i Curti,
  18. i Fracassetti,
  19. i Franceschi,
  20. i Gallo,
  21. i Gheltof,
  22. i Guerra,
  23. i Grassi,
  24. i Lini,
  25. i Manfrotti,
  26. i Manzoni,
  27. i Martinengo,
  28. i Morelli,
  29. i Nosadini,
  30. i Pelliccioli,
  31. i Persico,
  32. i Recanati,
  33. i Redetti,
  34. i Rezzonico,
  35. i Ricci,
  36. i Romieri,
  37. i Rota,
  38. i Sandi,
  39. gli Scroffa,
  40. i Semenzi,
  41. gli Spatafora,
  42. gli Spinelli,
  43. i Toderini,
  44. i Veronese,
  45. i Vezzi,
  46. gli Zino,
  47. gli Zucconi;
  • le famiglie di terraferma cooptate dal 1775:
  1. i Borini,
  2. i Buzzaccarini,
  3. i Caisielli,
  4. i Pindemonte,
  5. gli Ottolini,
  6. i Mussati,
  7. i Trento,
  8. i Trento,
  9. gli Spineda,
  10. gli Zoppola.

Subcategories

This category has the following 143 subcategories, out of 143 total.

 

A

B

C

D

E

F

G

H

I

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

V

W

Z

Last modified on 27 January 2012, at 11:03